Restauro infissi, finestre e serramenti

Il restauro d’infissi si rende necessario, perché finestre e serramenti del nostro edificio risultano non adeguate agli standard qualitativi di risparmio energetico, oppure hanno configurazioni pericolose come i vetri singoli o risultano ammalorate a causa dell’incuria o delle condizioni atmosferiche avverse.
I nostri consulenti compiono sopralluoghi in loco per controllare lo stato d’usura dei serramenti effettuando un’analisi costi benefici che possa dare al cliente la soluzione migliore. Spesso il serramento in legno, nonostante la sua più veloce degradazione, risponde bene agli interventi di restauro, ponendosi come una valida alternativa alla sostituzione.


SVERNICIATURA

Una volta deciso per il restauro del serramento, questo viene smontato e carteggiato con carta vetrata grossa, grana 80, oppure con levigatrice per legno al fine di eliminare tutte le irregolarità delle precedenti verniciature e per ripristinare le vecchie condizioni di aggrappaggio dei prodotti che verranno utilizzati successivamente. A tal proposito, si ricorda che i legni posti in essere da diverso tempo hanno caratteristiche di veicolazione dei prodotti protettivi dell’impregnante leggermente inferiori rispetto ai legni di recente posa in opera e quindi bisogna trattarli con più attenzione.


RESTAURO


A questo punto il serramento è pronto per essere restaurato attraverso il processo di stuccatura e/o di sostituzione delle parti ammalorate.
La stuccatura prevede la sigillatura di fori o fessure presenti mediante stucco per legno che permette allo stesso di mantenere le caratteristiche di elasticità e plasticità. Dopo l’asciugatura dello stucco, si procede alla levigatura dell’infisso in modo da eliminare il prodotto in eccesso e per rendere la superficie pronta per il trattamento successivo.

La sostituzione, invece, è effettuata mediante la pulizia della zona da trattare e la relativa asciugatura, al fine di evitare di mantenere nel nuovo serramento zone di debolezza che potrebbero compromettere il lavoro finale. Inoltre, per non modificare la plasticità e la flessibilità dell’infisso, si utilizzano colle viniliche specifiche e legni non troppo giovani.
Nel caso in cui i serramenti fossero molto vecchi e con vetri singoli si predispone, in questa fase, anche la sostituzione delle guarnizioni con quelle più nuove con migliorate caratteristiche termiche e acustiche e la posa di vetri camera che aumentano le prestazioni di risparmio energetico dell’edificio.


VERNICIATURA E FASI FINALI


La verniciatura d’infissi, finestre e serramenti è l’ultima fase della lavorazione che prevede una prima mano di impregnante per legno che serve a dare colore al legno grezzo e a conferirgli impermeabilità e protezione contro gli agenti esterni, come muffe e tarli.
Di solito si usa dare due mani d’impregnante per legno e successivamente una di impregnante incolore che aggiunge uno strato protettivo al legno.
Dopo l’ultima mano d’impregnante si passa una carta vetrata molto fina, grana 200, per eliminare qualsiasi eventuale imprecisione che la stesura di questo prodotto possa aver generato.
Infine l’olio di manutenzione è steso su tutta la superficie per aumentare le caratteristiche di idrorepellenza del serramento e per intensificarne il colore.